La storia della Madonna Nera di Loreto: L’immagine più iconica della Vergine Maria

bright mountain gab609ec1d 1280

La Madonna Nera di Loreto è una delle icone della Vergine Maria più conosciute al mondo. Si ritiene che questa statua in pietra nera della Vergine sia stata trovata su un vecchio ulivo in Israele e portata in Italia da un gruppo di pellegrini cristiani intorno all’anno 1000.

Le Statue di Loreto, come sono ora conosciute, sono diventate un importante sito mariano per i cattolici di tutto il mondo, una vera rappresentazione di amore e fedeltà.

Sulle date c’è ovviamente un grosso dibattito, l’accuratezza è impossibile essendo passati secoli e se ancora oggi si discute sulla vera data di nascita di Gesù, figuriamoci datare l’arrivo di una statua.

Qui esploriamo la storia e il significato di questa famosa icona della Madonna Nera.

La storia della madonna nera di loreto

In italiano, la Madonna Nera di Loreto è chiamata La Morenetta, il termine La Morenetta significa la piccola scura e si riferisce al colore scuro della statua.

La Madonna Nera di Loreto è la raffigurazione della Vergine Maria che si crede sia stata trovata nei pressi di Betlemme grazie a una visione degli Apostoli.

Secondo la storia, la Vergine Maria apparve agli Apostoli in una visione e chiese loro di trovare una pietra speciale per fare una statua che sarebbe stata usata come modello per l’arte cristiana.

Gli Apostoli trovarono questa pietra e ne ricavarono una statua. La collocarono in una chiesa fino al VII secolo, quando i Persiani invasero la terra. Allora la statua fu nascosta per salvarla dagli invasori.

In seguito la statua fu portata a Loreto, in Italia, dove è stata conservata fino ad oggi, ed è per questo motivo la statua è nota anche come Madonna Nera di Loreto.

Ogni famiglia che si affida alla Santa Casa per trovare conforto e speranza nei momenti difficili riconosce che è il luogo in cui Maria è nata, ha vissuto, si è sposata e ha avuto figli. Il sì coraggioso e fiducioso di Maria a Dio, che il pellegrino vede come esempio da emulare nella vita, simboleggia l’importanza di dire sì a ciò che siamo chiamati a fare, che si tratti di matrimonio, consacrazione o impegno sociale per il bene pubblico.

Come si chiama la Madonna di Loreto?

Oltre alle tre pareti originali, a Loreto ne fu eretta una quarta, dove è esposta la sacra immagine della Vergine Lauretana. L’immagine che possiamo vedere oggi è stata creata nel 1922, poiché la precedente andò perduta dopo che un incendio che distrusse la Santa Casa nel 1921. La Vergine Lauretana è stata nominata protettrice dell’aviazione da Benedetto XV il 24 marzo 1920. Nel 2020, il Giubileo Lauretano è stato celebrato da Papa Francesco per ricordare il legame unico tra la Madonna Lauretana e l’aviazione civile e militare nel suo centenario.

Perché la Madonna di Loreto non ha le braccia?

Secondo la leggenda, alcuni contadini scoprirono una statua di legno di una donna dalla pelle nera che teneva in braccio un bambino nel tronco di un ulivo. Si dice che i contadini abbiano portato la statua alla chiesa di Surbo, nel villaggio.

Il giorno dopo, la statua era scomparsa. Ricomparve nello stesso punto in cui era stata trovata: il tronco cavo dell’ulivo. A causa di questo evento, la chiesa, oggi nota come chiesa di Aurio, fu costruita in quell’area.

Perché la statua di Loreto è nera?

La statua di Loreto è nera perché è stata scolpita in una roccia vulcanica nera chiamata basalto. Il basalto è di colore scuro e il colore della statua della Madonna Nera di Loreto è attribuito al basalto da cui è stata scolpita. È probabile che la statua originale sia stata scolpita in una pietra di colore più chiaro, forse alabastro.

Nel corso del tempo la statua si è scurita a causa dell’esposizione al fumo dell’incenso e delle candele.

Infatti, la superficie è così macchiata che è quasi possibile scriverci sopra con una matita, questa è la spiegazione più logica calcolando che si parla di una statuta che ha resisto secoli interi e che probabilmente ha viaggiato per mezzo mondo.

Il colore ricco e scuro della statua della Madonna Nera di Loreto è diventato una parte importante della sua identità, il colore nero è stato visto come un segno di santità, un segno che la statua è stata toccata da Dio. Può anche essere un promemoria del fatto che la Vergine Maria, come noi, era umana, con tutte le emozioni, le paure e le mancanze umane.

La storia di come la statua è arrivata in Italia

Secondo la tradizione, la statua della Vergine Maria giunse in Italia nell’anno 999, quando i cristiani in fuga dalle persecuzioni in Terra Santa arrivarono a Bari, in Italia, con la statua della Vergine Nera a bordo della loro nave.

I cristiani cercarono di scaricare la Vergine, ma non riuscirono a spostarla. Cercarono di strappare la statua dalla sua base, ma non riuscirono a romperla. Infine, dopo tre giorni, quando alzarono gli occhi, scoprirono che la loro nave si era spostata nel porto di San Giovanni Rotondo, a 15 miglia di distanza.

Lì costruirono una cappella, che in seguito divenne la Basilica della Vergine dei 99 nascondigli, oggi si ritiene che la Vergine Maria sia la protettrice di Bari e dell’area circostante oltre che la protettrice degli aviotrasportatori.

Cosa rappresenta la statua?

Si ritiene che la Madonna Nera di Loreto sia una copia della statua trovata dagli Apostoli, tuttavia, non è chiaro quale statua della Vergine Maria rappresenti l’icona di Loreto.

È possibile che la statua rappresenti una delle forme precedenti della Vergine Maria, quando la sua apparizione non era registrata.

Pertanto, si ritiene che la statua di Loreto sia una rappresentazione simbolica della Vergine Maria, un promemoria visivo delle qualità della Vergine Maria e della sua importanza per la fede cristiana. La statua ricorda anche l’umiltà di Maria, che era umana come noi.

Forse ti potrebbe interessare: La nascita di Maria, le cose da sapere

Il significato del colore scuro nelle statue

La Vergine Nera di Loreto è uno dei pochi esempi rimasti di statua di Madonna nera, la tradizione di realizzare statue della Vergine Maria di colore scuro o nero risale al XVI secolo. Il colore fu scelto per simboleggiare il dolore e il lutto. La Vergine Nera di Loreto è uno dei pochi esempi rimasti di statua di Madonna nera.

Dove si trova la Madonna Nera?

Sebbene la statua di Loreto sia ritenuta la rappresentazione più autentica della Vergine Maria, è possibile vederla in vari luoghi del mondo.

La Madonna Nera di Loreto è un’icona molto famosa della Vergine Maria, quindi si trova in molti musei, chiese e santuari. Si ritiene che per secoli molti fedeli abbiano fatto copie della statua e le abbiano distribuite in chiese, santuari e musei di tutto il mondo, spargendo cosi la misticità della madonna nera in tutti i fedeli che si riconoscono in lei e nella sua semplicità.

Non esiste infatti un luogo preciso, esistono in Italia diversi santuari dedicati alla madonna di Loreto, quindi è permessa la sua vocazione in diversi punti dello stivale e del mondo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *