Il cantante e musicista che ha interpretato “El purtava i scarp del tenis”: «Non dobbiamo cadere nel tranello del menefreghismo»

«Tutti nasciamo egoisti», è la considerazione di Paolo Jannacci, che nella serata dei Dialoghi ha interpretato la celebre El purtava i scarp del tenis”, «una canzone che colpisce il nostro animo perché tocca il punto più basso del nostro egoismo, testimonia le nostre brutture. Dobbiamo cercare di reagire al nostro istinto e non cadere nel tranello del menefreghismo»