L'arcivescovo di Parigi: «Gli attacchi hanno gettato una luce cruda, per esempio, sul nostro sistema educativo: gli attentatori erano in gran parte giovani francesi»

1-124430

«L’individualismo imperante, purtroppo, non è un terreno fertile per favorire la rinascita del corpo della società – ha detto il pastore della città segnata dagli eventi del 13 novembre -. Il ruolo delle religioni e il loro confronto, in questo senso, è cruciale: vivere insieme è possibile nel riconoscimento di Dio come Padre universale. Altrimenti come essere fratelli nel profondo?».